Disturbo del linguaggio associato ad altre condizioni patologiche

Come si manifesta

La difficoltà linguistica è associata ad altre condizioni patologiche come deficit neuromotorio, sensoriale, cognitivo, relazionale, ritardo mentale, disturbo pervasivo dello sviluppo (psicosi).
La difficoltà linguistica può manifestarsi in modo più o meno grave, coinvolgendo tutto il linguaggio o solo uno dei suoi aspetti parziali, ovvero quelli:

  • fonetico-fonologici (suoni-articolazione)
  • lessicali-semantici (parole-significati)
  • morfo-sintattici (frasi)
  • narrativi (racconti)

Il grado di compromissione del linguaggio può essere lieve, medio o grave a seconda dei casi. L’evoluzione nel tempo varia in rapporto alla gravità e persistenza del disturbo linguistico e delle altre abilità (comunicative e non) compromesse.
La difficoltà si può manifestare nella comprensione e/o produzione, uso pragmatico del linguaggio anche qui dipende dai casi.

Quando preoccuparsi?

Precocemente. Data la patologia del bambino è importante avere da un logopedista le indicazioni su come intervenire e stimolare la comunicazione e successivamente per definire un programma mirato di terapia.

Per utilizzare al meglio questo sito web bisogna accettare l’utilizzo dei cookie
I cookie utilizzati su questo sito web servono per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Cookie policy

Questa parte del sito non è visibile a causa delle tue scelte sui cookie

Il cookie chiamato “%SERVICE_NAME%” non può essere visualizzato: Clicca qui e cambia le tue preferenze.